Strudel per Natale

Visto che oggi salutiamo l’ingresso dell’inverno,
niente di meglio che sorseggiare una calda tisana accompagnata dal re dei dolci alla mele: lo strudel!
La curiosità che non tutti sanno, visto che nel nostro immaginario è collegato a ricordi e sapori del Trentino, è che vanta origine Turche probabilmente dalla Baklava, un dolce ancora oggi diffuso in Oriente e Medio Oriente, realizzato con una strati di pasta sfoglia davvero sottili e farcito con miele, noci, mandorle e pistacchi. Dall’Oriente con i Turchi, questo dolce approdò in Ungheria dove furono introdotte le mele come ingrediente principale. Con la conquista dell’Ungheria da parte dell’Austria (1699) arrivò a Vienna per poi sbarcare nel Triveneto nella versione che tutti noi conosciamo.
In tedesco strudel significa ”vortice” , come la pasta arrotolata su se stessa che lo avvolge, e che dovrebbe essere così sottile da permettere la lettura in trasparenza di un’ipotetica lettera d’amore nascosta al suo interno.
La pasta che racchiude, oltre alle mele, uvette e cannella ben dosata, deve necessariamente essere tagliata con fessure oblique per permettere la fuoriuscita, durante la cottura, dell’umidità in eccesso e mantenersi così croccante all’esterno.
Sono tante le varianti di ricette di Strudel che circolano, ma noi abbiamo pensato che per utilizzare le mele di Andrea Zandonai, un Trentino doc, potevamo “rubare” quella originale con pasta tirata dal Südtirol dove…i pinoli non ci sono!
Lo strudel, servito tiepido, magari accompagnato con una pallina di gelato alla vaniglia, potrebbe far compagnia in tavola a panettoni e pandori durante le feste natalizie!

INGREDIENTI

  • 150 g di farina
  • 60 ml di acqua tiepida
  • 1/2 uovo (30 ml)
  • 1 c di olio
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 c di aceto di vino bianco
  • olio per spennelare la pasta
  • 4 mele di media grandezza
  • 1/2 limone, il succo
  • 2 C di rum
  • 1 presa di scorza di limone grattugiata
  • 50 g di pane grattugiato e leggermente abbrustolito nel burro
  • 20 g d’uva sultanina
  • 10 g di pinoli
  • 1 presa di cannella
  • 60 g di zucchero
  • burro fuso per spennellare lo strudel

Mescolare in una ciotola la farina con l’acqua, l’uovo, l’olio, il sale e l’aceto di vino bianco, impastare quindi gli ingredienti su una superficie di lavoro in modo da ottenere una pasta liscia. Spennellare la pasta con un pò d’olio e farla riposare coperta per 20-30 minuti a temperatura ambiente. Stendere la pasta con il mattarello su una superficie (un panno) infarinata e poi con le mani renderla sottilissima. Sbucciare le mele, tagliarle a fettine e marinarle col succo di limone, il rum e la scorza di limone. Stendere la pasta tirata su un panno infarinato e lavorarlo con le mani fino ad ottenere una sfoglia sottilissima. Cospargere un terzo della pasta con il pane grattugiato, adgiarvi le mele e cospargere con gli altri ingredienti (uva sultanina, pinoli, cannella e zucchero). Spennellare il resto della pasta con il ripieno e disporla su una teglia imburrata. Spennellare la superficie dello strudel col burro e coucere in forno.
Temperatura di cottura: 180 gradi, tempo di cottura: 35 minuti

Tags: